Per capire la crescita della Cina, guarda ai suoi turisti

Turisti Cinesi

I consumatori del paese stanno flettendo i muscoli all’estero. I viaggi di piacere saranno seguiti da investimenti e molti posti di lavoro nelle nazioni che visitano.

Se vuoi valutare come i consumatori cinesi stanno rimodellando il mondo, guarda quanti di loro stanno lasciando la Cina.

Per le vacanze, questo è. Il turismo cinese in uscita ha goduto di una crescita esplosiva nell’ultimo decennio e ce ne sono molti altri da cui proviene: solo il 5 percento dei cittadini del Regno Unito detiene un passaporto, rispetto al 40 percento negli Stati Uniti.

C’è molto terreno da inventare e suggerisce questo boom ha un po ‘di potere.

Gli investitori farebbero bene a concentrarsi sui beneficiari, e non solo sulle società cinesi tra loro. Sto parlando di Marriott International Inc., Ctrip.com International Ltd. , di Antexlt.it, e del fondo di scambio dinamico Leisure & Entertainment PowerShares.

Ricchi CinesiMentre molti discorsi pubblici negli Stati Uniti si concentrano su cose come i prezzi dell’acciaio e manufatti economici, il tema dominante nell’economia cinese è il potere della spesa e dei servizi dei consumatori.

Questo era inizialmente un fenomeno domestico. Ora sta crescendo sempre più al di là delle coste della Cina.

Se temi che i dati economici cinesi siano falsi, ecco alcuni numeri che potrebbero confortarti o spaventarti. Secondo l’Organizzazione mondiale del turismo delle Nazioni Unite, la spesa per il turismo in uscita cinese è cresciuta fino a $ 261 miliardi nel 2016 (21% del mercato mondiale), con un aumento del 12% rispetto al 2015 e di 11 volte rispetto a dieci anni prima.

Il numero di viaggiatori in uscita è salito del 6 percento a 135 milioni nel 2016. Numeri come questi hanno rafforzato il numero 1 del turismo cinese in uscita nel mondo dal 2012.

Come è successo tutto questo? Come molti cambiamenti, è possibile risalire all’apertura dell’economia di Deng Xiaoping negli anni ’80.

Ma in realtà non è decollato fino al 1995, quando la Cina ha lanciato il programma ADS (Approved Destination Status), che ha permesso di organizzare tour organizzati in un piccolo ma crescente numero di paesi approvati. L’industria ha avuto tre fasi distinte.

Cinesi a RomaIn primo luogo, dalla metà degli anni ’80 agli inizi degli anni ’90, i trucchi del turismo in uscita verso alcuni vicini asiatici erano consentiti solo per visite familiari.

Permessi anche viaggi d’affari pagati dal governo o pagati dai datori di lavoro e scambi culturali che coinvolgono studiosi e partecipanti ai seminari.

Successivamente, dalla metà degli anni ’90 al 2010, secondo la politica ADS, alcune agenzie di viaggi autorizzate hanno organizzato tour di gruppo confezionati autoportati che coinvolgono solitamente più destinazioni.

Quei viaggi spesso caratterizzavano visite turistiche superficiali in città emblematiche, foto scattate e shopping di regali per familiari e amici.

I turisti non avevano ancora molta interazione con la scena locale a causa di bassi livelli di reddito, rigidi arrangiamenti turistici, itinerari affrettati, barriere linguistiche e mancanza di esperienze di viaggio all’estero.

Infine, dal 2010 ad oggi, l’aumento del reddito, l’aumento dell’esperienza di viaggio, la semplificazione delle norme sui visti e gli sforzi di marketing da parte dei paesi di destinazione hanno reso le cose molto più semplici.

Aggiungete a ciò, tour indipendenti con guida autonoma e destinazioni fuori dai sentieri battuti con esperienze approfondite e esperimenti sullo stile di vita.

Le orme dei turisti cinesi si trovano ora nel sud-est asiatico, in Africa, nel Nord e nel Sud America e persino nelle regioni polari.

I Millennials dominano il gruppo turistico autonomo, il cui interesse si sposta dal semplice giro turistico e commerciale alla conoscenza della storia e alla cultura.

millennials cinesiIl presidente Xi Jinping incoraggia sempre più il turismo in uscita a proiettare il soft power sulla scena globale.

I funzionari cinesi sono anche noti per regolare il flusso dei turisti verso destinazioni basate sulla temperatura delle relazioni politiche.

Per tutto il tempo, l’aumento dei redditi cinesi a casa significa che ogni viaggio viene speso di più.

La crescita esplosiva di Internet, dei social media, delle applicazioni mobili e dei pagamenti mobili offre più convenienza ai turisti. Questo non è unico per la Cina, ma sottolinea quanto sia unica l’industria del turismo cinese.

Quali sono le implicazioni dell’investimento?

Questo boom è appena iniziato e il meglio deve ancora venire.

Gli investitori dovrebbero rivolgersi a destinazioni, industrie e aziende che possono attrarre turisti cinesi. Catene alberghiere multinazionali come Marriott, società di servizi di viaggio come Ctrip, compagnie aeree e vendite al dettaglio di marchi stranieri dovrebbero beneficiare di questa tendenza.

Come illustrato di seguito, il comparto quotato in borsa di PowerShares ha beneficiato del turismo outbound cinese dal 2010, sostanzialmente sovraperformando l’indice Standard & Poor’s 500.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *